Ubari \ la città-oasi dei laghi salati

Ubari (arabo:أوباري, Awbāri) è una città posta al centro dell’omonima oasi di Ubari nella regione del Fezzan a sud-ovest della Libia. È il capoluogo del distretto di Wadi al-Hayaa e si trova nella valle dello Uadi el-Agial, fra l’altopiano del Messak Sattafat e l’Idhan di Ubari. Lungo questa valle si trovano altre oasi e passa la strada che collega Sabha, nella la zona centrale del Sahara, con Awaynat e Ghat nella parte sud-occidentale al confine con l’Algeria.
In epoche passate questa strada era uno dei principali itinerari trans-sahariani, percorso dalle carovane che collegavano i porti del mediterraneo con le regioni dell’Africa occidentale. Lungo tale strada, a circa di 30 km a est di Ubari si trova l’oasi di Germa che ospita i resti di un’antica città berbera capitale del regno dei Garamanti.
A metà strada fra Ubari e Sabha, nell’erg di Ubari in direzione nord, si trovano quattro piccole oasi con relativi laghi salati che costituiscono una delle attrattive turistiche della zona. L’oasi e i laghi più noti sono quelli di Gaberoun e di Um el Ma.
Si tratta di uno spettacolo davvero affascinante: i laghi sono circondati da un vero e proprio mare di sabbia del deserto. Tutti i laghi di Ubari sono molto salati poiché non vi sono fiumi che possano reintegrare il loro bacino idrico. In Libia non si trovano fiumi perenni che trasportino acqua per un intero anno. Ciò ha portato alla formazione di un’alta concentrazione di sali minerali nelle acque di questi laghi, tanto che alcuni di essi sono quasi cinque volte più salati dell’acqua del mare. Il lago più noto e visitato dai turisti si chiama Gaberoun ed è situato nelle vicinanze delle rovine di un antico borgo.
La formazione di questo straordinario paesaggio ha inizio ben 200 mila anni fa, quando questa zona era umida e fertile, caratterizzata da piogge frequenti e da fiumi. Questi fiumi alimentavano un vasto lago, grande come la Repubblica Ceca, chiamato lago di Megafezzan. Il lago si è prosciugato in modo graduale tra 3000 e 5000 anni fa ma le sue tracce non sono scomparse ma permangono nel sistema di micro laghi sparsi tra le dune di sabbia che assomigliano a vere e proprie oasi nel deserto. Attualmente ci sono circa 20 laghi nel mare di sabbia di Ubari. I piccoli laghi sono circondati da palme che li rendono quasi dei miraggi nell’arido ambiente desertico in cui si trovano.

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *